CORONAVIRUS


COS’E'[fonte www.niaid.nih.gov]?
Elsevier.com

COME SI É SCOPERTO [fonte: Repubblica – intervista Dott. Stefano Paglia direttore Pronto soccorso dell’ospedale di Codogno – primo caso in Italia]

VACCINO, chi se ne occupa? [es. fonte:www.gsk.com]
OSPEDALE SPALLANZANI

Che effetti potrebbe avere dal punto di vista economico [es. fonte: capitaleconomics.com]

FONTI D’INFORMAZIONE ATTENDIBILI

CORONAVIRUS FONTE GOOGLE [vengono messe in risalto le fonti considerate piu’ attendibili. U.S.A. World Health Organization – Italia Ministero della salute ]
REGIONE LOMBARDIA | APP Coronavirus Regione Lombardia


Le navi

In tempi di spazio … grandi velocita’…. le NAVI continuano a solcare, oggi piu’ che mai, i mari di tutto il mondo..
IN QUESTO SITO , il piu’ completo al mondo con oltre 100.000 navi monitorizzate ogni giorno, si possono osservare le rotte (e le navi, basta cliccare sul puntatore)…  in tutto il mondo!

mmmmmmmm


Potendo scegliere …. forse nella prossima vita vale la pena fare il politico di mestiere (un mestiere dove il punto é essere votato, assunto…. nessuna richiesta particolari di titoli di studio ne di conoscenza precisa della materia, nessuna verifica di “agibilita’” una volta assunto, nessun obbligo di “aggiornamento” ect. ect. e poi ancora ect. il “merito” rimane circoscritto alla capacitá di convincere “il prossimo” di essere in grado di rappresentarlo e contribuire alla soluzione dei suoi problemi o realizzazione dei propri sogni, il tutto per almeno UNA legislatura , 4 anni, stop, poi basta aspettare i 65 anni, nessuno si sogna di pagarti a secondo di quello che produci o hai prodotto, non c’e’ nemmeno l’obbligo o il numero minimo di presenze sul posto di lavoro
mha’…

PENSIONI E VITALIZI (Money.it)

Alla fine quello che “arriva” é che per loro la “soglia della dignitá” si considera praticamente attorno alle CINQUEMILA euro al mese per tredici mensilitá, ne consegue che della stragrande maggioranza di chi li ha votati e mantenuti non possono che avere un concetto un po’ cosi… di quanto si possano considerare “dignitosamente” cittadini di questo paese (nel 70% dei casi non superano le mille euro al mese) … MHA’…

Come si sta evolvendo la situazione?

QUESTA (mondey.it) é una buona fonte per tentare di capirci qualcosa (farci… ovviamente rimane tutt’altro discorso) ….

Trova lo “svarione”…

E’ il manifesto che circola a San Remo per la 70° edizione del festival…
Anche se ne e’ complice… lo “svarione” non e’ la scelta dei colori di contrasto di una parte del testo….

Googlemap in tilt


Ci e’ riuscito un artista con sede a Berlino  Simon Weckert [site]  che fa del mondo digitale il suo “ambient artistico” naturale ( “Gli piace condividere le conoscenze su una vasta gamma di campi, dalla progettazione generativa al calcolo fisico” “Il suo focus è il mondo digitale – incluso tutto ciò che riguarda il codice e l’elettronica sotto la riflessione sugli attuali aspetti sociali, che vanno dagli esami orientati alla tecnologia alla discussione delle attuali questioni sociali”) , e ci e’ riuscito sfruttando il “banale” principio su cui si basano gli algoritmi di Googlemap per stabilire il livello del traffico al fine di suggerire eventualmente “percorsi alternativi”. L’algoritmo si basa sulla presenza di utilizzatori di Googlemap in quel momento (App attiva)… Al ragazzo e’ bastato riunire 99 cellulari con l’app installata e funzionante… in un carrello trascinato lungo le vie della citta’ per indurre Googlemap a segnalare percorsi alterantivi a chi in quel momento si trovava in zona.

Ovviamente e’ tutto ben documentato sul SITO UFFICIALE dell’artista.

Nota:
in realta’ questo post e’ piu’ interessante se si considera che la “notizia” e’ stata riportata in tutto il mondo puntualmente, ovviamente non sono mancate le piu’ agguerrite testate locali (Ansa in testa, e anche TG di tutto il mondo ),  ma in POCHISSIMI hanno ritenuto opportuno “procedere” dal punto di vista “etico” come in questo post… cioe’ rispettando le PRIMARIE e FONDAMENTALI “regole” non scritte della rete (sin dagli albori) che DICONO di citare prima di tutto LA FONTE di una notizia, ovvviamente quando la fonte e’ certa e ben documentata, e in questo caso…. il link al sito dell’artista (e non solo il nome dello stesso o un video, anche se dello stesso, su Youtube….) non dovrebbe proprio mancare, considerato che riporta nei dettagli l’esperimento prodotto in primissima persona. Probabilmente e’ un DOVERE , ancora di piu’ per un professionista dell’informazione.

MHA’….

PRESCRIZIONE, a che punto “siamo”?

 

 Approvazione del testo definitivo del Codice Penale
Art. 159 c.p. – Sospensione del corso della prescrizione.-



Argomento molto popolare, quantomeno a livello di nome e “fascino”… ma non semplicissimo da capire e soprattutto non e’ facile capire almeno un pochino cosa sta “succedendo” a questo “momento” di una controversia giudiziaria che si da per scontato “riguardi altri”, ma come tutte le calamita’… potrebbe riguardare ognuno “di noi”…

In estrema sintesi la proposta e’ quella di modificare l’art. 159 comma 2 del Codice Penale che ancora in sintesi recita (siamo prossimi al cambiamento o meno..):
…………
e che potrebbe diventare (fonte: Lexscripta):
Testo precedente (attuale)
Sospensione del corso della prescrizione
1. Il corso della prescrizione rimane sospeso in ogni caso in cui la sospensione del procedimento o del processo penale o dei termini di custodia cautelare è imposta da una particolare disposizione di legge, oltre che nei casi di:
1) autorizzazione a procedere, dalla data del provvedimento con cui il pubblico ministero presenta la richiesta sino al giorno in cui l’autorità competente la accoglie;
2) deferimento della questione ad altro giudizio, sino al giorno in cui viene decisa la questione;
3) sospensione del procedimento o del processo penale per ragioni di impedimento delle parti e dei difensori ovvero su richiesta dell’imputato o del suo difensore. In caso di sospensione del processo per impedimento delle parti o dei difensori, l’udienza non può essere differita oltre il sessantesimo giorno successivo alla prevedibile cessazione dell’impedimento, dovendosi avere riguardo in caso contrario al tempo dell’impedimento aumentato di sessanta giorni. Sono fatte salve le facoltà previste dall’articolo 71, commi 1 e 5, del codice di procedura penale.
3-bis) sospensione del procedimento penale ai sensi dell’articolo 420-quater del codice di procedura penale;
3-ter) rogatorie all’estero, dalla data del provvedimento che dispone una rogatoria sino al giorno in cui l’autorità richiedente riceve la documentazione richiesta, o comunque decorsi sei mesi dal provvedimento che dispone la rogatoria.
2. Il corso della prescrizione rimane altresì sospeso nei seguenti casi:
1) dal termine previsto dall’articolo 544 del codice di procedura penale per il deposito della motivazione della sentenza di condanna di primo grado, anche se emessa in sede di rinvio, sino alla pronuncia del dispositivo della sentenza che definisce il grado successivo di giudizio, per un tempo comunque non superiore a un anno e sei mesi;
2) dal termine previsto dall’articolo 544 del codice di procedura penale per il deposito della motivazione della sentenza di condanna di secondo grado, anche se emessa in sede di rinvio, sino alla pronuncia del dispositivo della sentenza definitiva, per un tempo comunque non superiore a un anno e sei mesi.
3. I periodi di sospensione di cui al secondo comma sono computati ai fini della determinazione del tempo necessario a prescrivere dopo che la sentenza del grado successivo ha prosciolto l’imputato ovvero ha annullato la sentenza di condanna nella parte relativa all’accertamento della responsabilità o ne ha dichiarato la nullità ai sensi dell’articolo 604, commi 1, 4 e 5-bis, del codice di procedura penale.
4. Se durante i termini di sospensione di cui al secondo comma si verifica un’ulteriore causa di sospensione di cui al primo comma, i termini sono prolungati per il periodo corrispondente.
5. abrogato (l. 23 giugno 2017, n. 103)
6. La prescrizione riprende il suo corso dal giorno in cui è cessata la causa della sospensione.
7. Nel caso di sospensione del procedimento ai sensi dell’articolo 420-quater del codice di procedura penale, la durata della sospensione della prescrizione del reato non può superare i termini previsti dal secondo comma dell’articolo 161 del presente codice.

Testo modificato
Sospensione del corso della prescrizione
1. Il corso della prescrizione rimane sospeso in ogni caso in cui la sospensione del procedimento o del processo penale o dei termini di custodia cautelare è imposta da una particolare disposizione di legge, oltre che nei casi di:
1) autorizzazione a procedere, dalla data del provvedimento con cui il pubblico ministero presenta la richiesta sino al giorno in cui l’autorità competente la accoglie;
2) deferimento della questione ad altro giudizio, sino al giorno in cui viene decisa la questione;
3) sospensione del procedimento o del processo penale per ragioni di impedimento delle parti e dei difensori ovvero su richiesta dell’imputato o del suo difensore. In caso di sospensione del processo per impedimento delle parti o dei difensori, l’udienza non può essere differita oltre il sessantesimo giorno successivo alla prevedibile cessazione dell’impedimento, dovendosi avere riguardo in caso contrario al tempo dell’impedimento aumentato di sessanta giorni. Sono fatte salve le facoltà previste dall’articolo 71, commi 1 e 5, del codice di procedura penale.
3-bis) sospensione del procedimento penale ai sensi dell’articolo 420-quater del codice di procedura penale;
3-ter) rogatorie all’estero, dalla data del provvedimento che dispone una rogatoria sino al giorno in cui l’autorità richiedente riceve la documentazione richiesta, o comunque decorsi sei mesi dal provvedimento che dispone la rogatoria.
2. Il corso della prescrizione rimane altresì sospeso dalla pronunzia della sentenza di primo grado o del decreto di condanna fino alla data di esecutività della sentenza che definisce il giudizio o dell’irrevocabilità del decreto di condanna.
3. abrogato (l. 9 gennaio 2019, n. 3)
4. abrogato (l. 9 gennaio 2019, n. 3)
5. abrogato (l. 23 giugno 2017, n. 103)
6. La prescrizione riprende il suo corso dal giorno in cui è cessata la causa della sospensione.
7. Nel caso di sospensione del procedimento ai sensi dell’articolo 420-quater del codice di procedura penale, la durata della sospensione della prescrizione del reato non può superare i termini previsti dal secondo comma dell’articolo 161 del presente codice.

Ora… in estrema sintesi si tratta di cambiare il momento della decorrenza della prescrizione (ma non il quantum). Per i reati consumati il termine prescrizionale continua a decorrere “dal giorno della consumazione” mentre per i reati tentati “dal giorno in cui è cessata l’attività del colpevole“.

e modificare in modo che la prescrizione inizierà a decorrere dal giorno in cui è cessata la continuazione, mentre prima decorreva dal giorno in cui si esauriva la singola condotta illecita.

QUINDI NEL MOMENTO IN CUI INIZIA UN PROCEDIMENTO….

Questo “alla grossa” sicuramente puo’ piacere (e potrebbe essere una buona intuizione, ovviamente) ma dal punto di vista PRATICO sono piuttosto corpose le argomentazioni per un “impopolare” (probabilmente) NO, prima tra tutte la “ovvia” dilatazione dei tempi dei processi… che porterebbe il sistema Giustizia ad uno stato ancora piu’ “drammatico” (tempistiche) dell’attuale.

In estrema sintesi c’e’ chi ardentemente sostiene che:

1-non riduce i tempi troppo lunghi delle indagine dei pm (causa principale dell’eccessiva durata dei tempi della giustizia), anzi il rischio e’ piuttosto alto al che succeda esattamente il contrario (tra chi sostiene questa tesi c’e’il presidente della Corte di Cassazione Giovanni Mammone, cosi come per Eugenio Albamonte, ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati, il blocco della prescrizione non basterà ad assicurare il legittimo andamento della giustizia e a salvare quanto stabilito in primo grado. Occorrerebbe anche rafforzare i riti alternativi, depenalizzare molti reati ed aumentare le risorse.   ;
2-rende eterni i processi successivi a quello di primo grado.

A che punto siamo con la decisione “finale”? VICINI alla decisione, Il testo sarà in Commissione Giustizia della Camera la prossima settimana.

Che aria “tira”?

Potrebbe essere un momento decisivo per la continuazione di questo Governo perche’ i renziani sono dichiaratamente sul piede di guerra , piu’ che determinati nel votare NO al cambiamento che le altre forze di Governo invece sostengono con decisione.
Un elemento pero’ rende ancora piu’ caldo il momento…. ed e’ il prossimo appuntamento “elettorale” in cui “il popolo” dovra’ pronunciarsi: il voto (referendum) sul taglio del numeri dei parlamentari che nel caso passasse (basta un voto in piu’, nessun quorum da raggiungere) andrebbe ad incidere molto pesantemente sui numeri di Renzi in Senato… e quindi andrebbe a ridurre notevolmente (al punto che potrebbe non avere piu’ i numeri per far cadere o meno il Governo) la “forza” del partito di Renzi.
Quindi la “faccenda” e’ davvero calda e dovra’ risolversi molto molto probabilmente e in modo chiaro PRIMA del referendum ( 29 Marzo) .

L’impressione potrebbe essere, una volta di piu’, che un argomento apparentemente “facile” a livello “popolare” si riveli tutt’altro che tale se si considerano le opinioni dei “tecnici”, insomma una volta di piu’ un argomento della massima importanza rischia di diventare “banalmente” solo… l’ennesima “questione politica”….